Skip to content
Site Tools
Increase font size Decrease font size Default font size
You are here: Home arrow Chi siamo arrow Storia
Storia

L’ A.Di.S. Associazione per la Difesa del Suolo, è nata per iniziativa di un gruppo di professionisti che operano nel settore delle difesa del suolo e delle acque ed è aperta a: ingegneri, geologi, architetti, dottori forestali, agronomi, biologi, geometri, operatori ed esperti, progettisti, tecnici pubblici e privati, imprese, aziende produttrici, consulenti e fornitori, con esperienze negli interventi di prevenzione e di messa in sicurezza di centri abitati, strade ed infrastrutture dai danni conseguenti a dissesti idrogeologici e calamità naturali. E’ fortemente avvertita l’esigenza di migliorare ed aggiornare le conoscenze sulle tematiche relative ad interventi sul suolo, sia in fase di emergenza che di prevenzione e di ripristino. Le tecnologie ed i nuovi prodotti presenti sul mercato permettono una scelta più mirata, che non nel passato, delle tipologie d’intervento e dei materiali. Molte Imprese non sono al momento adeguatamente attrezzate e non dispongono, salvo casi isolati, di tecnici ed operatori esperti ed idonei. Basti pensare che i “rocciatori” sono considerati operai edili e non esiste una legislazione che ne tuteli il lavoro e la sicurezza, così come le categorie d’impresa molto generiche determinano “risse” sui ribassi a scapito della qualità dell’intervento e della sicurezza del cantiere. Gli indirizzi legislativi nazionali e regionali sono carenti e le scelte sono lasciate al buon senso ed alla competenza, spesso inadeguata, dei singoli professionisti ed agli uffici tecnici degli enti locali. Di fronte ad una frana, ad un versante roccioso instabile, alla caduta massi, al pericolo di slavine, l’approccio è troppo spesso empirico e difficilmente si procede secondo criteri metodologici ed interdisciplinari corretti. Alle difficoltà tecniche si abbina sempre l’esigenza di preservare l’integrità dei luoghi e di introdurre elementi e strutture a ridotto impatto ambientale. La carenza non è imputabile al singolo professionista ed all’Impresa, ma alla situazione caotica ed indefinita, in assenza di normative nazionali e comunitarie, che regna nel settore degli interventi sul suolo, dove ognuno, pur non qualificato, può e si sente autorizzato ad intervenire. L’Associazione si pone il duplice scopo di favorire, promuovere, una maggiore e migliore informazione e formazione sulle tematiche e sulle tecnologie legate ai dissesti idrogeologici ed agli interventi sul suolo e sulle acque anche attraverso corsi, stage, cantieri didattici, seminari e convegni; e porsi come punto di riferimento per un intesa tra enti pubblici, università, ordini professionali, imprese, aziende produttori, al fine di individuare e definire direttive che stabiliscano le priorità, le caratteristiche e le modalità degli interventi sul suolo. L’ A.Di.S. intende formare adeguatamente i propri Soci, in sinergia con università, ordini professionali, associazi0oni di categoria, istituti di ricerca ed aziende, per creare sul territorio tecnici “qualificati” , imprese “esperte” , nell’applicazione delle nuove tecnologie e dei materiali più idonei ed a basso impatto ambientale e stilare elenchi da mettere a disposizione degli enti. Coloro che fossero interessati a far parte dell’Associazione possono inviare l’adesione sottoscrivendo un modulo d’iscrizione e presentando un curriculum con le esperienze negli interventi di difesa del suolo.


 

LA DIFESA DEL SUOLO.

Strumento per  la competitività e la crescita del territorio e non vincolo allo sviluppo.